Reports

Esperienze di discriminazione e di reati generati dall’odio subiti dagli ebrei degli Stati membri dell’Unione europea

Gli ebrei dell’Unione europea (UE) continuano a subire insulti, episodi di
discriminazione, molestie e persino atti di violenza fisica che, nonostante
gli sforzi concertati da parte sia dell’UE che dei suoi Stati membri, non
sembrano svanire nel passato. Sebbene la legge garantisca molti diritti
importanti, le possibilità del popolo ebraico di godere di tali diritti nella
realtà continuano ad essere ostacolate da pregiudizi diffusi e di lunga data.
L’indagine on-line condotta dalla FRA sulle esperienze di discriminazione
e reati generati dall’odio vissute dal popolo ebraico in otto Stati membri
dell’UE, rivela un diffuso timore di antisemitismo su Internet e di
vittimizzazione; un preoccupante livello di discriminazione antisemita,
in particolare sul lavoro e negli istituti scolastici; preoccupazione per
la negazione e la banalizzazione dell’Olocausto e per i reati generali
dall’odio. L’indagine evidenzia anche altri problemi connessi, come ad
esempio il fatto che le vittime non denunciano i reati di antisemitismo

Published: 
January 1, 2013
Download report (831.82 KB)
Tags: 
EU, Europe